A seguito del caso di malaria documentato in Italia nei giorni scorsi si sta creando nella società un allarmismo riguardo il rischio che la zanzara possa trasmettere l’HIV mediante il veicolo di sangue potenzialmente infetto.

A tale proposito è importante ricordare che:

  • il virus HIV è in grado di sopravvivere e replicarsi solo nelle cellule umane
  • la zanzara degrada e inattiva nel suo organismo qualsiasi microorganismo presente nel sangue umano e solo pochi agenti potenzialmente infettivi (tra i quali il Plasmodio della Malaria) sono in grado di crescere nei suoi tessuti

Continua a leggere l’articolo su uniticontrolaids.it

INVIA UNA RISPOSTA

Per favore inserisci il tuo commento
Per favore inserisci il il tuo nome qui